Tristezza blhèè.

 

 

587952394.gif

 

 

Scolo l’ultimo gcoccio di birra. Diavolo ne ho fatte fuori tre in due ore anche di domenica sera e dire che dovevo solo mangiare una pizza con gli amici e guardare la partita. La testa stranamente non gira elabora, esplora  i miei pensieri ma sta ben ferma. Altri due sorrisi e due chiacchiere e anche questo fine settimana è finito. Eppure c’è un vero motivo per cui mi trovo davanti alla tastiera. Gridare…..aaaah. Lo sfogo! Bene respiro a pieni polmoni e . . . cazzo mi devono aver castrato e non me ne sono accorto. In breve mi manca il coraggio per dire che in un frangente il passato si è riproposto. Cosa ho provato? Niente, solo un piccolo irrigidimento. Come ho reagito lo so, indifferente, finto allegro, poi? Che significa per me il passato? E per te che leggi? Il passato è la storia? Gli errori sono esperienza? Come ci dobbiamo comportare nei confronti dei ricordi? Io per esempio non sono stato debole e quello che ho provato è stato più un misto di sorpresa, quasi preso in contropiede. Avrei pensato di incontrala in altre 100 occasioni e poi tutto d’improvvisito, dico io, cristo che qualcuno avvisi, ci tuteli. Sono impassibile continuo a conversare, faccio strozzare una sigaretta alla persona di fianco a me   e rientriamo. Esperienza conclusa, finita, esaurita. Mi sono raffigurato come doveva essere tante di quelle volte che era ovvio che mi deludesse, ma va bene così. Mi sento quasi sereno, una quasi vittoria penso. Non ci ammorbiamo per questo, voglio vedere il bicchiere di vino buono, mezzo pieno, poi quando avrò ancora sete me lo scolo, ma per adesso va ok così. Ciao tristezza ti nego anche il saluto, tra coloro che conosco se la più antipatica….bleee! Non mi rivolgere più la parola non abbiamo più niente da dirci. 

Notte. 

Tristezza blhèè.ultima modifica: 2008-10-20T00:31:00+00:00da enricosonoio
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Tristezza blhèè.

  1. eihhhh…ciauuu…Enri 🙂
    Ogni tanto la vita ci sorprende…ci meravigliamo di noi stessi di come siamo stati, di come ci siamo sentiti…come abbiamo vissuto quanto ci ha proposto “il caso” o il destino, chiamalo come vorresti….
    Chiedi a chi ti legge cosa significa il passato…bhe’….tante cose diverse tra di loro, ma sicuramente metterei dei keywords come : bagaglio, fa parte di me, dolore/sofferenza, gioia, tristezza, delusione,….crescere…e credo per poter vivere al meglio il presente e poter affrontare il futuro devo essere cosciente del passato, da quale cerco di trarre tutte le cose che …magari anche solo dopo anni…ad un certo punto riesco a leggere con una chiave positava.
    Ti mando un abbraccio e un bicchiere di buon vino ……sempre mezzo pieno 😉
    kiss cla

Lascia un commento